Qual è la differenza tra Realtà Virtuale e Realtà Aumentata?

Qual è la differenza tra Realtà Virtuale e Realtà Aumentata? Spesso vengono utilizzate per indicare la stessa cosa, ma – spoiler – non lo sono affatto.


REALTÀ VIRTUALE

La Realtà Virtuale (Virtual Reality o VR) nasce negli Stati Uniti intorno alla fine degli anni ’60. L’idea alla base era ed è quella di poter ricreare, grazie a tecnologie informatiche e a interfacce sviluppate appositamente, una situazione il più realistica possibile.

Per far immergere gli utenti in questo tipo di realtà interattiva completamente digitale, si deve ricorrere a dispositivi e periferiche dotati di sensori come i visori – che possono essere dei semplici occhiali o dei veri e propri caschi virtuali – guanti che eliminano la necessità di avere tastiere o joystick in mano e auricolari per l’audio.

In questo caso si parla di realtà virtuale immersiva, ossia l’utente è totalmente isolato dall’ambiente esterno ed è assorbito da una realtà parallela.

Gli ambiti di applicazione tipici sono l’’entertainment e il gaming ma al giorno d’oggi, anche a causa della direzione esperienziale che sta prendendo il mercato mondiale, si stanno ampliando.


REALTÀ AUMENTATA

Esiste però anche una realtà virtuale non immersiva, che consiste invece in un ambiente ricreato digitalmente in cui l’utente non fa uso di dispositivi VR ma si trova semplicemente davanti a un dispositivo (che potrebbe essere semplicemente il proprio smartphone) che fa da finestra su un mondo circostante parzialmente alterato da oggetti tridimensionali o esperienze video e audio di vario tipo.

Quello che si vede, dunque, è in parte reale e in parte digitale, secondo il principio dell’overlay: la fotocamera legge l’oggetto nell’inquadratura, il sistema lo riconosce e attiva un nuovo livello di comunicazione che si va a sovrapporre e a integrare perfettamente alla realtà, potenziando la quantità di dati di dettaglio in relazione a quell’oggetto.


DIFFERENZE

In conclusione, qual è la differenza tra Realtà Virtuale e Realtà Aumentata? Principalmente consiste nelle modalità di utilizzo: mentre la prima crea un ambiente totalmente digitale al quale si può accedere esclusivamente attraverso l’utilizzo di visori o caschi, la seconda non necessita di dispositivi ad hoc (basta uno smartphone e una connessione stabile) e si basa sul mondo reale, completandolo con immagini virtuali che migliorano o aumentano l’esperienza, senza influire sulle possibilità di interazione.